la Mitica Kenny Roberts Replica - La Tecnica PDF Stampa E-mail
Scritto da Jet-Pilot   
Giovedì 12 Ottobre 2006 17:50
Indice
la Mitica Kenny Roberts Replica
YZR 500
il motore V4 500
La ciclistica
Dati Rd 500
Tutte le pagine

 

 Il motore V4 500

                Kit_motore_rd_500

 

Il cuore di quella che è stata subito battezzata "Roberts Replica", è un V4 due tempi di 499cc raffreddato a liquido e dotato di valvola YPVS che ne migliora il tiro ai regimi medio-bassi. La centralina CDI a scarica capacitiva, sovarintende alla successione degli scoppi che si susseguono ogni 180° di rotazione dell'albero motore e avvengono simultaneamente nei due cilindri messi in diagonale. Accreditato di 88cv a 9.500 giri/min e di una coppia di 6.8 Kmg a 8.500 giri, era in grado di competere ( e superare...) in prestazioni con le migliori 750 dell'epoca. Nella sua costruzione è stato fatto largo uso di Alluminio e Magnesio, sia per cercare di contenere il peso (circa 55 kg...) che per "nobilitare" il progetto. Ma la particolarità di questa unità motrice risiede senz'altro nella scelta anticonformista della sua architettura. Si tratta infatti di un V4 diviso in due bancate e dotato di due alberi motore separati, dove è stato previsto un sistema di aspirazione differente tra le due bancate: Aspirazione lamellare con immissione sul carter per la bancata inferiore e lo stesso tipo di aspirazione ma con ammissione sul cilindro per la bancata superiore. Tutto ciò ha comportato l'adozione di gruppi termici con andamento dei travasi differente tra le due bancate e pistoni diversi ( quelli relativi ai due gruppi termici superiori presentano due aperture sul mantello per evitare che sia il pistone stesso a variare la fasatura...). E' come se si fossero uniti due motori differenti quindi, per "accordare" i quali è stato necessario adottare sistemi di scarico dal profilo decisamente differente e, di conseguenza, tarature dei carburatori relativi alle due coppie di cilindri inferiori e superiori, leggermente diverse al livello dei freni aria principali.

 

 rd500_engine1 disegno_v4

 

L'apertura della "V" è piuttosto stretta, soli 50°, soluzione questa che ha comportato lo spostamento dei carburatori verso l'esterno mediante l'adozione di collettori di aspirazione a 90° che, insieme all'adozione di carburatori Mikuni di soli 26mm, sottolineano la necessità dei progettisti di adattare questo quattro cilindri per l'uso stradale.

 



Ultimo aggiornamento Domenica 10 Gennaio 2010 13:55