RD 350: le origini PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 01 Dicembre 2009 13:44
Indice
RD 350: le origini
La serie YR
La serie RD
La RD 400
Tutte le pagine

   

Le origini dell’RD 350: la ADLER 

Non tutti conoscono la storia della Adler, casa motociclistica ora fallita, ma un tempo famosa per i suoi pregevoli motori a due tempi bicilindrici.
Tutti invece conoscono la Yamaha, la casa giapponese nata per produrre strumenti musicali e che occupa un posto di primo piano nel motociclismo attuale.
Eppure la storia della Yamaha RD 350 nasce, come l'araba fenice, dalle ceneri dell' Adler, per svilupparsi per oltre 30 anni con una serie interminabile di successi. Nel 1954 la ditta che doveva poi chiamarsi "Yamaha" decide di produrre motociclette. Come tutte le case giapponesi, all'epoca non avendo conoscenze approfondite in materia, preferisce copiare una moto europea; qui la scelta cade sulla DKW RT 125, un monocilindrico due tempi da cui deriva la
Yamaha YA 1

 

Il successo é talmente grande che viene subito messa in produzione una versione 250. La scelta della moto ispiratrice cade sulla Adler MB 250, con motore bicilindrico.
Da qui nasce la Yamaha YD 1 con potenza di 14 CV a 6000 Giri, entrata in produzione nel 1957. Invece é con il modello YD2 (l'evoluzione del modello YD 1) che la Yamaha tenta lo sbarco in Europa. Ma solo con il successivo modello YDS 2 del 1963 si avvicina alla qualità europea.

 

 

In America intanto esce e fa successo la Yamaha YDS 1.  

Ora la Yamaha è Pronta ad assaltare il mercato europeo con le due tempi (di più facile progettazione e costruzione), e pensa di provarci nel settore delle 300/350 cc .
E' qui che nasce la YM 1 (aumentando semplicemente la corsa e l'alesaggio del modello YDS 3) per una cilindrata di 305 cc , la quale viene messa in commercio nel 1966.
Dopo vari aggiornamenti, tra cui quello della frizione che viene posta sull' albero del cambio anziché quello motore, nasce la serie YM 2. 

 

 



Ultimo aggiornamento Mercoledì 06 Gennaio 2010 13:26