RD 350: le origini - La RD 400 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 01 Dicembre 2009 13:44
Indice
RD 350: le origini
La serie YR
La serie RD
La RD 400
Tutte le pagine
 

La RD 400

 

 

Nel 1976 l' RD 400 sostituisce l' RD 350. L'esistenza di questo modello si svolge nell'arco di quattro anni con i modelli C - D - E - F. L'aumento di cilindrata è dato dalla maggiorazione della corsa che passa da 54 mm a 62 mm, mentre l'alesaggio rimane a 64mm. Il rapporto di compressione è di 6.2 : 1, ed oltre alla frizione maggiorata, vengono cambiati il carter, l'albero motore e le bielle. Il telaio rimane quasi lo stesso, in quanto cambia solamente l'interasse che per il modello europeo è di 1325mm., l' avancorsa di 106mm., e l'inclinazione del canotto di sterzo di 27° e 30'.
Il motore è spostato in avanti di 2 cm ed è montato su dei silent block. Per quanto riguarda l'impianto frenante viene potenziato montando un freno a disco sulla ruota posteriore. Le ruote ora sono in fusione di alluminio, ma solo per estetica in quanto pesano più dell'originale con la montatura a raggi.
Nel 1978, viene montata l'accensione elettronica che in principio darà qualche problema, vengono abbassate le luci di scarico e quindi aumentato il rapporto di compressione.

 

 

 



Ultimo aggiornamento Mercoledì 06 Gennaio 2010 13:26