RD 350 YPVS - La ciclistica PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 02 Dicembre 2009 13:41
Indice
RD 350 YPVS
Il Motore
La ciclistica
RD 350 LCF
Tutte le pagine

 

 

 cutaway31K   telaio

 

Ciclisticamente, le differenze sono moltissime a partire dalla forcella che ora è da 35mm., ma anche se mantiene la stessa escursione, il funzionamento migliora sensibilmente ad opera di una componente pneumatica.La molla rimane la stessa, ma mentre nel vecchio modello aveva una rigidezza variabile da 4.46N/mm. a 6.87N/mm (rispettivamente per escursioni tra 0mm. e 90mm. e tra 90mm. e 140mm.), ora ha una rigidezza costante di 3.33N/mm., data dall'aria contenuta negli steli e regolabile nella pressione tramite una valvola posta sulla sommità dello stelo stesso ad una pressione che varia da 0.4Kg/cmq e 1.2Kg/cmq. diminuendo di 10mm., data dal fatto che ora la progressività è migliorata grazie ad un sistema di tipo "Nuovo Monocross", che si compone di un forcellone e due doppie bielle, sull'articolazione delle quali è posto l'attacco inferiore dell'ammortizzatore che compie una traiettoria circolare. Se da una parte abbiamo una progressività pneumatica a variazione costante , dall'altra ,invece, troviamo uno smorzamento del molleggio con variazione a gradini. A riguardo della forcella abbiamo che rimane invariata la sua estensione massima di 140mm.. Varia invece l'escursione della sospensione posteriore che passa a 100mm

  

 sosp_postforc-post

 

Il precarico della molla ora può essere variato ad opera di un meccanismo composto da una cinghietta dentata, la cui prima puleggia è situata sull'asse dell'ammortizzatore, la seconda posta sulla fiancata della moto, viene mossa con una particolare levetta.

Il telaio risulta, logicamente, cambiato dato la differente architettura del sistema ammortizzante posteriore. Vengono inoltre le misure caratteristiche: l'interasse diventa 1385mm, l'avancorsa diminuisce a 96mm e l'inclinazione dell'asse di sterzo passa a 26°. Il peso ora passa a 164Kg. (ma solo perché le nuove norme impongono di pesare il mezzo con il serbatoio dell'olio per intero e mezzo serbatoio di benzina).  

Nel 1985 al fianco della RD350 LC II (alias 31K) con cupolino e puntale, vengono inserite in listino anche la RD 350 LCF (alias 57V) caratterizzata dalla carena integrale.

Quest'ultima presentava inoltre aggiornamenti a ivello di strumentazione (piu' moderna), forcella (allungata, ma sempre con uina componente pressurizzata), freni (pinze fisse a due pistonicini contrapposti),
forcellone (sempre a due bracci ma di sezione rettangolare fino all'estremita') e avancorsa e inclinazione canotto per adeguarsi alle migliori prestazioni date dalla carena.
Inoltre, si segnala anche la RD350N, identica alla F tranne la carena, la strumentazione (mutuata dalla cugina TZR 250) e il fanale tondo.

 

 

     RD_350_N_nero_rosso        RD_350_LCF_bianco_blu

 



Ultimo aggiornamento Domenica 10 Gennaio 2010 15:35